venerdì 19 dicembre 2014

Review time: Meno Cinque alla Felicità di Virginia Bramati

Meno Cinque alla Felicità
Virginia Bramati
219 pagine
Mondadori
Dalla stessa autrice:
  

La storia raccontata dalla Bramati è una di quelle che ti scaldano il cuore, perfetta lettura natalizia da assaporare sotto la propria coperta preferita e in compagnia di una bevanda calda.
Leggere Meno cinque alla Felicità mi ha ricordato l'attesa del Natale che provavo alla mia infanzia, quel senso di clima natalizio che non provavo da molto tempo.

Che poi è la vera ragione per cui questa mattina sono passata al giornale, devo solo trovare il coraggio per farlo. Tutto qui.
Infatti adesso mi alzo e vado a parlargli.
Adesso tiro un bel respiro, mi alzo e vado a parlargli.
Adesso conto fino a dieci, tiro un bel respiro, mi alzo e vado a parlargli.
Una voce nella mia testa mi sprona: Forza, non cincischiare!
Sì, sì, adesso vado!,ribatto sempre mentalmente.

Ma la Bramati non ha per nulla trascurato il lato divertente della vita. Entrare nei pensieri di Costanza Moretti è certezza di avere sempre un sorriso sulle labbra nel corso di tutta la lettura! Costanza è una donna forte e l'ho trovata anche molto determinata. Non so voi, ma trovo il decidere di trasferirsi a New York per lavoro e lasciare il proprio paese una decisione difficile e molto coraggiosa! 
Tuttavia, una voce insistente (sì, avete capito bene! Una voce nella sua testa) le chiede di ritornare nel suo paese di origine per aiutare madre e sorella nella gestione dell'attività di famiglia. Dopo la scomparsa del padre, il morale in casa Moretti era decisamente a terra e la preparazione per il pranzo di Natale, fatto in grande stile come da tradizione Moretti, è ferma a zero.

Una protagonista simpatica quindi, ma non solo. A farle compagnia ci sono tutta una serie di personaggi secondari che danno alla storia quel calore di familiarità. C'è la sorella un pò tra le nuvole e ci sono i due nipotini da spupazzare di baci. Nuccia, in particolare è quella che pi è piaciuta di più! Ha una vera passione per i nomi e per le tre oche Priscilla, Penelope e Gedeone.

C'è un Natale da salvare, ma non finisce qui! Che sia il caso di fare due chiacchiere con l'affascinante affittuario dall'altrettanto affascinante nome? ... Forse. Perché una cosa è certa, tra il trovare una degna sostituzione delle portate principali ormai divenute migliori amiche della nipote e andare a raccogliere il vischio, la neve ci mette lo zampino e un rapporto non iniziato nel migliore dei modi si trasforma presto in qualcosa di più! Se quel qualcosa, o meglio qualcuno, possiede dei meravigliosi occhi verdi, beh... Ancora meglio. :3

Se cercate una storia divertente, leggera e dal perfetto clima natalizio, non lasciatevi sfuggire questo libro! Adesso scusatemi ma penso proprio di fare un salto in libreria per prendere il primo libro della Bramati, Tutta colpa della Neve (e anche un pò di New York)!

La mia opinione: 4 stelle!
✭✭✭✭
Nym



3 commenti:

  1. Ammetto che all'inizio non mi ispirava un granché, ma la tua recensione mi ha fatto cambiare idea! Credo che gli darò una possibilità se mi capita tra le mani :)

    RispondiElimina
  2. Non è un libro che mi interessa particolarmente, ma che tutti siano concordi nel dire che riesce a catturare davvero l'atmosfera natalizia mi intriga :3

    RispondiElimina
  3. Non sono certa che sia il romanzo giusto per me, ma quella magia del Natale che hai trovato nelle sue pagine mi ispira molto *o*

    RispondiElimina