venerdì 9 gennaio 2015

Review time: Crane di Stacey Rourke

Crane
The Legend Saga, #1
Stacey Rourke
298 Pagine
Inedito in Italia
Il Cavaliere è eterno,
la sua presenza non è svanita.
Se spezzi la maledizione,
entri nella leggenda.

Washington Irving e Rip Van Winkle non hanno alcuna scelta se non quella di insabbiare la letale verità dietro la scomparsa di Ichabod Crane. Secoli dopo, un Crane ritorna a Sleepy Hollow risvegliando macabri segreti che si credevano sepolti in profondità. Cosa succede se il mostro dietro la leggenda vive dentro di te?
Adesso, Ireland Crane, alle prese con una rottura e alla ricerca di un nuovo inizio, deve fare affidamento sul da poco risvegliato Rip Van Winkle per scoprire la chiave necessaria a canalizzare la vorticosa oscurità dentro di lei. Corpi si accumulano e Ireland è l’unica che può salvare Sleepy Hollow accettando la sua terribile maledizione.
Ma sono davvero tutti al sicuro quando il Cavaliere cavalca libero?

Mi trovo in tremenda difficoltà perché non so davvero come iniziare.
Ho finito di leggere Crane diverse settimane fa e non sono ancora riuscita a chiarirmi le idee su quel che penso della storia narrata dalla Rourke.
Storia spaventosa, esattamente come speravo che fosse? Assolutamente sì.
Protagonista forte e combattiva? Mmmm, non esattamente.
Trama che scorre a perdifiato? Nì.
Una storia d'amore che non spunta dal nulla? ... *scuote amaramente la testa*

"Hello?" Ireland called out in a breathless squeak. If anyone actually answered, there was a high likelihood her heart would leap from her chest, give her a quick nod, and scurry off to save itself."

Crane aveva delle ottime premesse che però a mio parere non sono state sfruttate a dovere.
Una delle cose che non ho molto apprezzato è stato lo spezzare la narrazione con flashback sul passato di Ichabod. Flashback certamente utili per comprendere gli avvenimenti del presente ma che hanno inevitabilmente rallentato lo sviluppo narrativo della storia di Ireland. La scelta di alternare i capitoli ha in un certo modo anche penalizzato i due filoni temporali. Da una parte la storia di Ichabod Crane non è stata abbastanza sviluppata, si è svolta troppo velocemente, dall'altra quella di Ireland ne è risultata eccessivamente diluita. 

Mi aspettavo qualcosa di più, che non ho trovato. La lettura mi ha anche un pò annoiata tanto che sono andata avanti più per forza di volontà che per curiosità di sapere come andasse a finire. Tuttavia il mio giudizio non è completamente negativo. Volevo delle atmosfere paurose e le ho trovate. Speravo in un pò di mistero e quello di certo non è mancato! Adesso devo solo decidere se vale la pena o meno proseguire con la lettura del secondo libro o fermarmi al primo. Ammetto di essere abbastanza curiosa di scoprire come la Rourke abbia deciso di sfruttare gli scritti di Edgar Allan Poe in Raven!

La mia opinione: 3 stelle!
✭✭✭
Nym

6 commenti:

  1. La cover, anche quella di Raven, è fantastica! Leggendo la tua recensione penso che mi potrebbe piacere, ma al momento non ho voglia di aggiungere altri libri da leggere in lingua (ne ho già una decina che mi aspettano)... gli farò un pensierino se lo tradurranno u.u

    RispondiElimina
  2. Le cover sono bellissime, e mi dispiace che il libro sia così, perchè lo puntavo da un po' ç_ç

    RispondiElimina
  3. La cover di questo libro è davvero inquietante, non so se lo avrei mai letto..però il genere mi piace molto e poteva essere intrigante se non fosse noioso come dici! Peccato!

    RispondiElimina
  4. Ichabod Crane? Sleepy Hollow? Ma il telefilm è stato tratto da un libro? Non ne avevo idea °-° comunque non mi sembri particolarmente entusiasta :P mi sa che passo...

    RispondiElimina
  5. Oh che peccato, mi incuriosiva tantissimo questo libro ma quando lo sviluppo lascia a desiderare non c'è niente da fare!Raven mi ispira molto, ma avendo già letto un retelling di Poe, Nevermore, ed essendone rimasta molto delusa non so se gli darò una possibilità o meno xD

    RispondiElimina
  6. Ero davvero curiosa di leggere la tua recensione, perché il libro mi ispirava parecchio. Ora credo che lo leggerò lo stesso, ma ridimensionerò le mie aspettative :)

    RispondiElimina